Perché nessuno sa chi sei? Come lasciare traccia di te online


Ci hai pensato a lungo e finalmente hai fatto il grande salto: hai abbandonato il posto fisso (o non lo hai mai trovato) e sei ufficialmente freelance!
Complimenti! Da qui in poi camminerai su una strada lastricata di successi. A patto che… sì, devi “pagare pegno”. Devi metterci la faccia e affacciarti fuori dal tuo nido (ora va di moda chiamarla comfort zone). Insomma… devi far sapere a tutti quanto sei in gamba e quanto il tuo lavoro sia fatto in modo speciale.
Ma come fare? Nessuno ti conosce ancora? Tu sai di essere il massimo… ma non basta. Devi farlo sapere a tutti. Come fa il leone.

Il leone sa di essere il più forte e vuole che anche gli altri lo sappiano. Quindi ruggisce! Niente miagolii. Solo un coraggioso ruggito che vuole dire: “Ehi! Sono qua! Ascoltatemi.”

Ora, non è che ti voglia vedere – criniera al vento – in mezzo alla savana ma non voglio nemmeno saperti in disparte mentre ti scappano da sotto le zamp… ehm le mani, i contatti lavorativi migliori.
Se non ti fai avanti rischi di perderti molte occasioni d’oro e grandi clienti che preferiscono, ovviamente, lavorare con professionisti riconosciuti. Devi affermarti e occupare una posizione rilevante nel tuo campo per tener testa ai tuoi competitor.

Scordati, però che una buona strategia sia quella di salire in cima all’Internèt per gridare forte il tuo nome. Non funziona così.
Come professionista freelance, sei anche tu alla ricerca di “un posto al sole”. Ma devi fare i tuoi passi in maniera strategica. Ogni volta che commenti un post in maniera pertinente, che posti un video che riguardi il tuo lavoro o un argomento legato alla tua sfera professionale, che posti un tweet intelligente senza “chiocciolare” gente a caso, o che condividi su qualche social una tua esperienza lavorativa, metti una briciolina che permette, ai tuoi potenziali clienti, di seguirti facendosi un’idea del modo in cui lavori.

Quando è stata l’ultima volta che hai lasciato una briciola di te sui social? Non parlo delle foto in cui ti han taggato alla laurea di tuo cugino in compagnia di uno Spritz, quanto piuttosto del modo in cui hai raccontato quel tuo successo lavorativo o hai twittato in tempo reale da quell’evento in cui si ritrovavano tutti quelli che fanno il tuo stesso lavoro.
Quando è stata l’ultima volta che hai fatto uno sforzo concertato per lasciare un pezzo di te in una posizione diversa dalla tua solita zona? Tutte queste bricioline, come ci insegna Pollicino, hanno lo scopo di portare clienti “a casa”, cioè sulla pagina web che ospita la tua identità online e che permette ai clienti di entrare in contatto con te.

Spero di averti aiutato a capire perché, al momento, nessuno ancora ti conosce. Probabilmente devi ancora trovare il tuo ruggito e seminare le tue briciole.

Lascia qualche briciola che ti faccia conoscere online!
Lascia qualche briciola che ti faccia conoscere online!

log in

reset password

Back to
log in