Fare networking: l’humus di un personal branding efficace


Qualsiasi personal branding efficace non può prescindere dall’essere accompagnato da una strategia di networking attenta ed intelligente.
Nella ricerca di un lavoro, tradizionale o da freelance, non è soltanto importante concentrarsi su attività come cercare annunci, inviare CV, proporre i propri servizi.

È necessario innanzitutto porre le giuste premesse perché tali attività vadano a buon fine, intessendo una rete di relazioni, trasparenti e sincere, con le persone che possono essere potenzialmente interessate a te dal punto di vista professionale. Queste relazioni costituiranno un vero e proprio capitale sociale, il cui rendimento crescerà nel tempo, se saprai coltivarle!

Fare rete, dunque. Ma con chi, dove e come:

Con chi fare rete

La tua rete è costituita innanzitutto da legami “forti”: quelli con parenti e amici stretti.
Può capitare di sottovalutare il lato professionale di chi ti sta più vicino, o aver pudore di affrontare con lui tematiche di carattere lavorativo, ma proprio chi ti conosce bene può parlar bene di te e fare il tuo nome nel momento e nel contesto opportuno. Non si tratta di chiedere raccomandazioni, ma è provato che il passaparola di chi ti conosce direttamente è l’arma più efficace per ottenere la chance di dimostrare quanto vali!

Vi sono poi legami “deboli”, nel senso che sono probabilmente costituiti da persone a te meno vicine, conosciute in contesti differenti da quelli che abitualmente frequenti. Non credere siano meno importanti dei primi: possono proprio per questo offrirti occasioni diverse da quelle già alla tua portata, se saprai dedicartici con pazienza e costanza, mantenendo una relazione fatta di confronti e scambi di opinioni, esperienze, conoscenza.

Dove fare rete

Qui si parla soprattutto di dove costruire i legami deboli. Per quelli forti basta anche una bella cena, di fronte a una tavola imbandita e un buon bicchiere di vino!

Tornando ai “luoghi” del networking debole, ve ne sono di due tipi: reali e virtuali.

Nel primo caso rientrano i corsi di formazione, le conferenze, gli eventi legati ai tuoi interessi o al tuo settore professionale, cui potrai prendere parte.

Ti consiglio di guardarti intorno e scovare questo tipo di opportunità: sicuramente potrai incontrare tante persone interessanti, con cui di base hai già molto in comune. Per farlo, entra in contatto con strutture pubbliche o associazioni private del tuo territorio che possano segnalarti occasioni del genere; o sfrutta strumenti come Meetup, che ti segnala eventi live a cui prendere parte per incontrare le persone giuste, in base agli interessi e ai temi che decidi di segnalare.

Per quanto riguarda i luoghi virtuali la parola chiave è: social!
Che siano i gruppi su Facebook o Linked-In, oppure che tu intervenga nelle cinguettanti conversazioni su Twitter, sfrutta la possibilità di ascoltare ciò che si dice nelle piazze virtuali e non aver paura di prendervi parte, condividendo il più possibile informazioni che siano utili agli altri frequentatori.

Come fare rete

C’è un minimo galateo nel fare networking che mi sento di condividere. Partiamo dalle cose che proprio vanno evitate e poi passiamo a quello che invece è più che gradito!

NO!

  • A fingersi diversi da quel che si è.
  • Ad atteggiamenti da snob.
  • Alle lamentele basate su luoghi comuni.
  • Ai “pesci lessi” o ad una timidezza paralizzante.
  • Al raccontare “la tua triste storia”.
  • Alla trascuratezza del look o degli atteggiamenti.
  • Alla maleducazione.
  • A monopolizzare la discussione e/o gli altri.

Sì!

  • Ai biglietti da visita.
  • All’essere concisi e pertinenti nel parlare.
  • Ad un atteggiamento sorridente e positivo.
  • Alle strette di mano vigorose.
  • Ad andare incontro alle persone.
  • Ad un ascolto attento di ciò che l’altro dice.
  • A dare feedback sincero.
  • A lasciare un ricordo e una buona impressione di sé.

E online? Anche la rete ha un suo codice di comportamento, per questo ribattezzato Netiquette.
Le regole non si discostano troppo da quelle delle relazioni offline, con qualche specifica in più:

  • evita i flame, ovvero i commenti polemici, maleducati o anche solo un po’ acidini indirizzati agli altri membri. Rischi come minimo di essere considerato un troll, ma potresti anche essere cacciato dalla community. (So che sei una personcina a modo, ma a volte può capitare di cedere alla tentazione di rispondere a una provocazione… resisti. Sempre!)
  • Non spammare link di cui non hai verificato la validità.
  • Non postare contenuti che non creino valore agli altri, ma facciano solo pubblicità a te stesso o alla tua attività. Nel dubbio, leggi attentamente le regole del gruppo oppure chiedi prima agli amministratori un’autorizzazione a procedere.
  • Condividi, invece, qualsiasi tipo di informazione che possa tornare utile ai compagni di gruppo. Se è in tema, dimostra una tua capacità ma al tempo stesso aumenta il livello di conoscenza generale, o manifesta un pensiero sincero, sarà senz’altro apprezzata.
Con il networking conosci tante persone e possono cominciare tante avventure lavorative!
Con il networking conosci tante persone e possono cominciare tante avventure lavorative!

log in

reset password

Back to
log in